PRIMA GIORNATA MOLTO MOVIMENTATA AL“MILANO RALLY SHOW”

Le prime tre prove speciali del Milano Rally Show sono andate in scena nella città meneghina e nel campionato smart EQ fortwo e-cup ha ottenuto il miglior riferimento cronometrico l’equipaggio del team LPD con Bodega e Panzavuota al termine di una giornata in cui i colpi di scena sono stati all’ordine del giorno.

 

(Milano – 29 luglio 2018) – Nella speciale cornice del capoluogo lombardo è scattato il Milano Rally Show e il campionato smart EQ fortwo e-cup ha preso parte a questa “elettrizzante” manifestazione alla sua seconda edizione.

Dopo aver percorso la parata nelle vie più prestigiose della città, acclamati da una folla di passanti, l’azione è scattata al circuito del Velodromo Vigorelli (Area City Life) con le smart EQ fortwo e-cup che hanno affrontato questa prima emozionante prova speciale del mondo rally davanti ad un pubblico piuttosto curioso.

L’imprevedibilità, si sa, è la protagonista di questa disciplina e dopo che i primi nove team hanno affrontato i tre giri in programma, l’azione si è fermata a causa di un incidente. La vettura 110 guidata dal giovane Gianalberto Coldani ha fatto concludere anzitempo la prova, che è successivamente stata sospesa e agli altri sette team in gara è stato così assegnato un tempo forfettario.

Tornate al Park Experience Area Expo, le “citycar” a zero emissioni hanno disputato la seconda prova speciale di cinque giri, per un totale di 13,89 chilometri. I 16 team si sono sfidati a suon di curve, ma una volta conclusa la prova è arrivata la notizia che quattro equipaggi hanno erroneamente percorso solo quattro giri. La Direzione Gara, in tarda notte, ha comunicato che i team in questione hanno ricevuto la seguente penalità: della prova è stato tenuto buono il loro peggior tempo, al quale sono stati aggiunti due minuti. Sono stati quindi retrocessi in classifica i team 101 (Garbarino-Canale), 102 (Ferri-Jelmini), 107 (Sellani-Cannavò) e 113 (Marengo-Ponzano).

A seguito di questa decisione ad aprire la classifica dei tempi è la coppia composta da Giuseppe Bodega e Marco Panzavuota (LPD) che ha firmato il miglior riferimento cronometrico in 14’05.5 seguita per soli 11 secondi dall’equipaggio di Vittorio Ghirelli e Alberto Porzio. Il terzo miglior tempo è stato ottenuto da Alberto Lembo e Antonio Massimiliano d’Amico, con un distacco di  poco meno di venti secondi dalla vetta, mentre ne pagano solo 21 il team SIND con Lorenzo Longo e Silvia Franceschetti autori comunque di un’ottima performance. I distacchi sono molto serrati e questo si è tramutato in grande spettacolo in pista tra le vetture elettriche di casa Mercedes.

La top 5 è completata dalla vettura di Sport Mediaset nelle mani dello youtuber “Marchettino” Marco Bronzetti e Federico Toscano, che ha sfiorato il quarto posto per soli tre millesimi, e che è seguita dalla coppia composta da Piergiorgio Capra e Sofia Cardarelli (concessionaria Mercedes-Benz Venus), sesta a + 26.6. Buon settimo tempo per il team tutto al femminile di Rachele Somaschini e Lorena Boero, per la prima volta alla guida della vettura della concessionaria Mercedes-Benz Gino, che ha preceduto per solo un millesimo Alessandro Viganò e Marco Menchini (MBI Truck).

I distacchi sono aumentati sensibilmente tra i team che hanno completato la top 10: Matteo Rovida e Marco Milla, alla guida della smart EQ fortwo e-cup Rovida, pagano + 1’26.2 dalla vetta della classifica, e sono seguiti dal giornalista di Autosprint Daniele Sgorbini e da Marco Vozzo (team Pirelli). Da ricordare che anche Sgorbini, nonostante la lunga esperienza in qualità di giornalista nel settore rally, era alla sua prima esperienza assoluta sia per smart EQ fortwo e-cup sia per la gara. Ai piedi della top 10 hanno chiuso l’altro team tutto “rosa” composto dalla diciassettenne Silvia Simoni e da Sonia Tiberio (Merfina) e l’equipaggio del team Longhi, Daniele Ferrarini e Stefano Ruoppolo, rallentato da un malessere fisico.

Successivamente la giornata si è conclusa in anticipo, con la terza prova speciale che è stata annullata a causa dello scarso tempo a disposizione per la ricarica delle batterie.

 

Classifica generale fine prima tappa
1. Bodega-Panzavuota (LPD) – 14’05.5
2. Ghirelli-Porzio (concessionaria Mercedes-Benz Roma, Power Mobility) + 11.7
3. Lembo-D’Amico (Gelateria Sigel) + 18.8
4. Longo-Franceschetti (SIND) + 21.0
5. Bronzetti-Toscano (Sport Mediaset) + 21.3
6. Capra-Cardarelli (concessionaria Mercedes-Benz Venus) + 26.6
7. Somaschini-Boero (concessionaria Mercedes-Benz Gino) + 36.6
8. Viganò-Menchini (MBI Truck) + 36.7
9. Rovida-Milla (Rovida) + 1’26.2
10. Sgorbini-Vozzo (Pirelli) + 1’36.4
11. Simoni-Tiberio (Merfina) + 1’45.2
12. Ferrarini-Ruppolo (Longhi) + 2’15.7
13. Garbarino-Canale (concessionaria Mercedes-Benz Autocentauro) +3’45.2
14. Ferri-Jelmini (Forte Group) + 3’45.2
15. Sellani-Cannavò (concessionaria Mercedes-Benz Roma) + 3’45.2
16. Marengo-Ponzano (Roma Gas & Power S.p.A.) + 3’45.2